Smaltimento rifiuti ospedalieri

I rifiuti ospedalieri devono essere sterilizzati e gestiti in modo specifico per la loro possibile potenziale pericolosità. La raccolta, il trasporto, il trattamento e l’ammasso dei rifiuti devono garantire livelli elevati di tutela dell’ambiente e della salute pubblica. I rifiuti sanitari si dividono in
varie categorie: rifiuti sanitari non pericolosi come ad esempio contenitori vuoti di farmaci, soluzioni per infusione, farmaci scaduti;
rifiuti sanitari pericolosi non a rischio infettivo come ad esempio rifiuti da laboratorio (miscele, reagenti, solventi);
rifiuti pericolosi a rischio infettivo come ad esempio cateteri, guanti monouso, provette, camici monouso, materiale per medicazione;
rifiuti ospedalieri assimilati ai rifiuti urbani (RSU) come residui da preparazione pasti, indumenti monouso, gessi ortopedici, pannolini;
rifiuti che richiedono particolari modalità di smaltimento come per esempio sostanze stupefacenti o parti anatomiche non riconoscibili.

Contattaci per ottenere un preventivo su misura

Spiegaci le tue esigenze per ottenere una valutazione personalizzata