Impianto di separazione rifiuti S01

camec-divisione-riciclaggio-impianto-di-separazione-rifiuti-s01

L’impianto di separazione e triturazione r.s.u. è composto principalmente da 5 macchine/attrezzature.
Il rifiuto viene introdotto nel nastro di carico con facilità grazie alla partenza interrata per 2 metri a filo pavimento. Il rifiuto viene quindi condotto al trituratore laceratore che mediante le sue particolari lame rompe i sacchi e ne fa cadere il contenuto su un secondo nastro.
Il trituratore per rifiuti solidi urbani è dotato di una sonda di livello materiale che regola la velocità del nastro di carico.
Il materiale passa quindi sopra ad un separatore di metalli ferrosi che separa il materiale contenente ferro dal resto del rifiuto.
l materiale è quindi trasportato sul soppalco di selezione da cui gli operatori selezioneranno il materiale a loro assegnato ( carta, plastica, PET, legno, ecc…).

Il materiale selezionato, e anche quello rimante sul nastro, cadranno nei rispettivi contenitori precedentemente posizionati sotto al soppalco.
La capacità di trattamento è legata principalmente al numero di operatori che operano sul soppalco. Il limite di processo del trituratore è di circa 10-15 ton/h.
L’impianto separazione RSU è idoneo al trattamento del rifiuto solido urbano secco in sacchi da 110 litri massimo.

Caratteristiche Tecniche dell'impianto di separazione rifiuti

– Nastro di carico in fossa in tapparelle metalliche passo 160 – 5,5 kW

– Trituratore TR2A 450/15 a Lame laceranti – 2×37 kW

– Nastro a tappeto in gomma di estrazione materiale larghezza 1200 mm con tratto amagnetico per deferrizzazione – 3 kW

– Deferrizzatore superiore a tappeto – 3kW

– Nastro di elevazione in gomma larghezza 1200 mm – 4 kW

– Nastro di cernita materiale larghezza 1200 mm – 3 kW

– Soppalco a 4 selezioni H 3500 completo di 4 scale di accesso, parapetti e cunicoli di scarico materiale

Opzioni di personalizzazione disponibili per l'impianto di separazione rifiuti

– Cabina di copertura soppalco climatizzata per preservare l’ambiente di lavoro degli operatori che lavorano alla selezione dei materiali.

– Sistema di vagliatura del materiale lacerato. Operazione necessaria per il trattamento di materiale contaminato da frazione umida “pesante”.

– Impianto di aspirazione polveri, qualora il materiale risulti polveroso

– Pressa stazionaria con nastro di carico, per la pressatura alternata delle varie frazioni selezionate.

Contattaci per ottenere un preventivo su misura

Spiegaci le tue esigenze per ottenere una valutazione personalizzata